domenica 30 dicembre 2007

Divagazioni Notturne Awards 2007

CATEGORIA: DISCHI STRANIERI



1- ARCADE FIRE - NEON BIBLE

Un'opera maestosa comprensiva di una varietà di suoni degni di un'opera classica. Arrangiamenti virtuosi ma mai stucchevoli, cori sapientemente dosati cosicome l'elettronica. Al primo disco avevano fatto presagire qualcosa di molto importante, in questo confermano quanto di buono si possa ancora fare nella musica. Un gruppo da conservare, proteggere e ascoltare con devozione.









2- THE NATIONAL - BOXER
Benvenuti a New York di notte. Atmosfere cupe molto dark reimpastate in una new new wave a trazione posteriore. E' infatti la batteria a fare da padrona ritmica di questa attraversata notturna tra i tombini fumati della grande mela. Traversata fatta come quando ci si sente stranieri in terra pericolosa ma accompagnati da una voce guida sicura come quella di Matt Berninger.










3- KLAXONS - MITHS OF THE NEAR FUTURE
Gli auguriamo che il titolo sia profetico. Intanto partono molto bene. Tanto bene da dovergli creare un'etichetta per il genere che fanno (Nu-Rave). Che altro non è che un rock più elettronico e danzereccio. Un gran bel disco che merita più di un ascolto. Senz'altro il migliore tra gli esordienti.







4 - Okkervil River - The Stage Names

Tra i non esordienti la mia più piacevole scoperta. Un gran bel disco che, pensate, prende il nome da un melmoso fiume russo.
In concerto, purtroppo, non rendono altrettanto bene ma qui stiamo parlando di dischi....










5 - THE GOOD, THE BAD AND THE QUEEN
Paul Simonon, soprattutto, e Damon Albarn. Non servirebbe altro ma se ci acciungiamo Simon Tong e Tony Allen già al primo ascolto ci accorgiamo che questo disco è favoloso.








6 - AMY MACDONALD - THIS IS THE LIFE
La voce scozzese che sentirete nominare più volte nel prossimo anno. E' brava e bella. Speriamo che questa sua seconda qualità non venga ipersfruttata.








7 - RADIOHEAD - IN RAINBOWS
Al primo ascolto il sottoscritto voleva trovare il modo di fare rendere il pound speso per l'acquisto. In questi giorni vorrei riattivassero il sito per acquistarlo on line per ricomprarlo al prezzo che meriterebbe. Diciamo 15 sterline. Son tante ma son spese bene.







8- EDDIE VEDDER - INTO THE WILD
Non è un disco vero e proprio, è una colonna sonora e ci sono pezzi che durano un minuto. Ma bastano anche solo due canzoni a renderlo prezioso. La pluriascoltata Hard Sun e la perla Society che l'interpretazione di Eddie Vedder e gli accordi con evidenti ma non invasivi cenni dylaniani rendono una delle canzoni più belle dell'anno.




9 - NEIL YOUNG - CHROME DREAMS II
Old Young, let's dream again!
(commento geniale non trovate?)










10 - BRIGHT EYES - CASSADAGA
La stella si stacca dalla sua galassia e se ne va dritta verso il successo. Evidenziano la sua bella luce.
Questa la mia personale interpretazione della copertina.
Questo anche quello che metaforicamente è accaduto a Bright Eyes quando si è staccato dal proprio gruppo.







11- JENS LEKMAN - NIGHT FALLS OVER KORTEDALA
Il dio svedese delle piccole emozioni e della musica divertente da ascoltare. Roba di classe di questi tempi.







E dopo i dischi fondamentali di quest'anno in ordine di preferenza, passiamo alla categoria dischi molto interessanti non in ordine di preferenza:
  • Unkle - War Stories (L'elettronica così distante dai miei gusti ma così vicina alla bellezza)
  • Justice - Cross (Ancora elettronica.... che mi sta succedendo?)
  • The Crimea - Secret of the Witching Hour (Si scarica gratis dal loro sito)
  • Josh Ritter - The Historical Conquest of... (chitarra voce e pochi fronzoli)
  • Jesse Mallin - Glitter the Gutter (Chitarra voce e il Boss a fargli da padrino)
  • The View - Hats off to the busker (questo l'ho già messo sopra. volevo vedere se vu state attenti)
  • The White Stripes - Icky Tump (i più folli musicisti bravi in circolazione)
  • Wilco - Sky Blue Sky (buon rock come al solito)
  • Editors - An End Has A Start (Il disco preferito dal loro cantante è quello dei National)
Ed infine la categoria dei buoni dischi usciti quest'anno. Non in ordine di preferenza.
  • Gogol Bordello - Super Taranta
  • Hard-Fi - Once upon a time in the west
  • Ryan Adams - Easy Tiger
  • Roisin Murphy - Overpowered
  • The Decemberist - The Crane Wife
  • Beirut - The Flying Club Cup
  • The Rumble Strips - Girls and Weather
  • LCD Soundsystem - Sound of Silver
  • Cherry Ghost - Thirst for romance
  • Kaiser Chief - Yours Truly, Angry Mob
  • Foo Fighters - Echoes, silence, patience & Grace
  • Modest Mouse - We were dead before the ship even sank
  • The Hold Steady - Boys And Girls in America
  • The Shins - Wincing the night away
  • Bruce Springsteen - Magic
  • Ben Harper - Lifeline
  • Korn - MTV Unplugged
  • Maximo Park - Our Earthly Pleasure
  • Gossip - Standing in the way of control
  • Prince - Planet Earth
  • Dolores O'Riordan - Are You Listening?
  • Dave Gahan - Hourglass
  • Richard Hawley - Lady's Bridge
  • Against Me - New Wave
  • Polyphonic Spree - The Fragile Army
  • Killers - Sawdust
  • Solal - The Moonshine sessions
  • Tom Morello - The Nightwatchman
  • Babyshambles - Shotter's Nations
  • Kula Shaker - Strangefolk
  • Bees - Octopus
  • Fog - Ditherer
  • Joe Henry - Civilians
  • Beatallica - Sgt. Hetfield Motorbreath club band
  • Voxtrot - Voxtrot
  • Iliketrains - Elegies to lessons learnt
  • Herbie Hacock - River: The Joni Letters
In tutto fanno 57 dischi da salvare per quest'anno. In questi giorno provvederò a fare la categoria dei dischi italiani più belli dell'anno. Fateci una scappata ogni tanto su questo forum e prima o poi li troverete.

1 commento:

csbka ha detto...

mi fai dapere qualcosa di più sui beatallica?
Grazie