mercoledì 31 dicembre 2008

Puntata nr. 113 del 30/12/2008

Queste le mie scelte per l'ultima trasmissione dell'anno di radiogas:
  1. Cordury - Pearl Jam (Acoustic Version)
  2. Pretty Green - The Jam
  3. Would? - Alice In Chains
  4. Driver 8 - R.E.M.
  5. Rain King - Counting Crows
  6. Peace Frog - The Doors
  7. Nearly Lost You - Screaming Trees
  8. Big Empty - Stone Temple Pilots
  9. Eternal Life (Road Version) - Jeff Buckley
  10. Enjoy The Silence - Depeche Mode
  11. Just Like Heaven - Ervin Stellar
  12. Times Like These - Foo Fighters
  13. Secretely - Skunk Anansie
  14. Stay Human - Michael Franti
  15. Killer Cars - Radiohead
  16. Domani mi sparo - Ottavo Padiglione
  17. Ad esempio a me piace il sud - Rino Gaetano
  18. Impossible - Shout Out Louds
  19. Hoppipolla - Sigur Ros
  20. Regina dei cristalli - Giovanni Allevi
  21. Oh My Love - Sophia
  22. See The World - Gomez
  23. Stagnola - Le luci della centrale elettrica
  24. House By The Sea - Iron & Wine
  25. Basso Profundo - Devotchka
  26. Morna - Vinicio Capossela

sabato 27 dicembre 2008

Divagazioni Notturne 2008 Awards

Questo è quanto di meglio ascoltato/visto/letto nel 2008 secondo il Divagatore Notturno:

MIGLIOR DISCO INTERNAZIONALE:
  1. Meò Suo I Eyrum Vio Spilum Endlaust - Sigur Ros (difficoltà di pronuncia a parte questo è un disco bellissimo che mostra che la musica è bella, anzi bellissima, anche se i testi possono essere incomprensibili perchè l'islandese lo sanno in pochi)
  2. Glory Hope Mountain - The Acorn (Concept album sulla vita della madre del leader de "Le Ghiande" canadesi. Aperture musicali, ritmi andini, rock e folk. C'è di tutto e ben fatto in questo disco dedicato alla signora Gloria Esperanza Montoya
  3. In The Future - Black Mountain (Altro gruppo canadese in testa alla mia classifica, stoner psichedelico di altissima qualità)
  4. Oracular Spectacular - MGMT (roba molto ballabile ma molto innovativa, il miglior disco d'esordio di quest'anno)
  5. Viva la vida - Coldplay (Non avrei mai creduto di mettere i coldplay tra i primi cinque. Invece hanno saputo innovarsi, poco ma lo hanno fatto, ed è già un buon segno e la title track è meravigliosa)
MIGLIOR DISCO ITALIANO:
  1. Canzoni da spiaggia deturpata - Le Luci della centrale Elettrica (un venticinquenne che ti sputa in faccia la rabbia di tutto quello che è più vicino ad un trentacinquenne. Qualcosa di diverso da sentire finalmente! E perchè "farò rifare l'asfalto per quando tornerai" è la frase d'amore più bella degli ultimi anni
  2. Diferroedibòtte - Esterina (Ero partito prevenuto perchè avevano aperto i concerti di Vasco Rossi e pensavo fossero dei "protetti", poi li ho visti aprire Neil Young e poi li ho conosciuti a radiogas. Cambio totale di opinione, buon rock e testi inteligenti. Bravi
  3. Fabrizio - Porto Flamingo (Gli eredi naturali della bandabardò, un disco pieno di messaggi positivi e tanta allegria fatta a modo)
  4. Le Labbra - Paolo Benvegnù (Uno dei più capaci scrittori di testi in Italia)
  5. Da Solo - Vinicio Capossela (Disco molto sottovalutato dalla critica forse perchè mancano i cambi di ritmo del precedente lavoro ma i testi sono da inchino)
MIGLIOR CANZONE:
  1. Innì Mér Syngur Vitleysingur - Sigur Ros (un patire a scriverla un piacere unico da ascoltare)
  2. Per combattere l'acne - Le Luci Centrale Elettrica (bella, bellissima, unica)
  3. Crooked Legs - The Acorn (Costruzione metrica simile a quella dei Sigur Ros ma che ci posso fare se a me piacciono le canzoni che variano spesso il loro ritmo e si aprono nel finale?)
  4. Alfredo - Baustelle (La nascita della trasmissioni disperate in tv, un caso che ha segnato tanti bambini come me messo in poesia e in musica)
  5. Viva la Vida - Coldplay (sarà commerciale, sentita e risentita ma secondo me a questo giro c'è un motivo molto valido)
MIGLIOR CONCERTO VISTO:
  1. Motorpsycho (Due ore abbondanti di rock tirato senza pause. Un signor concerto)
  2. Built To Spill (Non li conoscevo, ora li adoro)
  3. Neil Young (mentre voi guardavate la finale degli europei persa dall'Italia contro la Spagna io me ne stavo tranquillo e beato a ripassare una delle più belle pagine musicali che la storia ci abbia offerto)
  4. Adam Green (Decisamente piacevole su disco ma nettamente migliore in versione Live)
  5. Zita Swoon (Il concerto più elegante che abbia visto. Loro in formazione circolare sulla spiaggia e tutti intorno ad ascoltarli incantati)
  6. Centenario A.C. Prato (Ah, non era un concerto? e io ce lo metto lo stesso perchè quelli che cantano sempre, tutte le domeniche, sono il mio gruppo preferito)
MIGLIOR (RI)SCOPERTA DELL'ANNO:
  1. Built To Spill (Cortesemente ringrazio tutti quelli di radiogas a me più vicini, fonti inesauribili di importantissimi suggerimenti musicali)
  2. Sparklehorse (Se a qualche negozio fashion di Prato non fosse venuto in mente di mettere le corna delle renne in testa ai manichini io forse in questi giorni ascolterei qualcos'altro. Memoria visiva, associazione di immagini e via con gli Sparklehorse. In realtà però si tratta di una ri-scoperta.
LA CANZONE:
  • Summer '68 - Pink Floyd (l'ho passata e ripassata tantissime volte quest'anno quasi a sentirmi che qualcosa stava per accadere. Poi se ne è andato Rick Wright che l'ha composta e il mondo è diventato un posto un pò più triste. Un viaggio astrale con cambi di ritmi continui, una canzone che ti porta altrove e alla fine ti lascia riatterrare con classe.
Infine, cosa ancora più personale, voglio ringraziare tutto l'"Happy Team" che mi ha fatto riscoprire la bellezza del mio lavoro. A tutti quelli delle "merendine" un sentito grazie, siete colleghi unici e amici straordinari. Buona vita!

Andrea Olmi

Puntata nr. 112 del 16/12/2008

Ecco la playlist della centododicesima puntata:
  1. Boys Are Back In Town - Belle & Sebastian
  2. Fresh Feeling - Eels
  3. Boy with a coin - Iron & Wine
  4. Modern Guilt - Beck
  5. Nightmare - Billie The Vision & The Dancers
  6. A Garage Dayz Nite - Beatallica
  7. Can't Help Fallin in Love - Elvis Presley
  8. Mi sono innamorato di te - Luigi Tenco
  9. Sexual Healing - Marvin Gaye
  10. Poesia - Carlo Monni
  11. Cordury - Pearl Jam
  12. La mia rivoluzione - Marco Parente
  13. Nuda e senza seno - Alberto Fortis
  14. Early Morning Ray - Paul Weller
  15. Nuotando nell'aria - Marlene Kuntz

martedì 23 dicembre 2008

Stasera Replica

Per impegni improvvisi staserà le "Divagazioni Notturne" non andranno in onda in diretta.
Sarà comunque trasmessa una replica di una puntata scelta casualmente.
Scusate e ciao!

venerdì 19 dicembre 2008

Puntata nr. 111 del 09/12/2008

Centoundicesima puntata con le seguenti scelte:
  • Omaha - Counting Crows
  • Harvest Moon - Neil Young
  • Ramblers Blues - Modena City Ramblers
  • Fairtale of N.Y. - The Pogues
  • Comes As You Are - Caetano Veloso
  • Sogni Grandiosi - Bandabardò
  • Once Upon A Time in West - E. Morricone
  • Tex - Litfiba
  • Down - Pearl Jam
  • Coast To Coast - Elliot Smith
  • Summer Teenage Girl - Canadians
  • Advice To Graduate - Silver Jews
  • Oh Lord, Please don't... - Nina Simone
  • Le mie buone maniere - F.db

mercoledì 3 dicembre 2008

Puntata nr. 110 del 02/12/2008

  1. My Iron Lung - Radiohead
  2. Let Her Cry - Hootie & The Blowfish
  3. In The City - Jam
  4. Nothingman - Pearl Jam
  5. Melissa - The Allman Brothers Band
  6. Silent Sigh - Badly Drawn Boy
  7. Bungee Jumping - Afterhours
  8. Brocken Arrow - Josè Gonzalez
  9. We Can Work It Out - Stevie Wonder
  10. I Got Rythm - Jovanotti
  11. Speed Trials - Elliot Smith
  12. Equilibrio precario - Carmen Consoli
  13. Mellow Yellow - Donovan
  14. Lontano lontano - Gino Paoli
  15. 78 Stone Wobble - Gomez

martedì 25 novembre 2008

Puntata nr. 109 del 25/11/2008

  1. Venus As A Boy - Bjork
  2. Girl - Tori Amos
  3. Tom's Diner - Souzanne Vega
  4. Dear Catastrophe Waitress - Belle & Sebastian
  5. Diamond Inside - Ben Harper
  6. Common People - Pulp
  7. Long Shadow - Joe Strummer & The Mescaleros
  8. Matilde odiava i gatti - C. Consoli
  9. Comes As You Are - Nirvana
  10. Hunger Strike - Temple Of The Dog
  11. Folson Prison Blues - Jonny Cash
  12. Keep it Simple - Keb'mo
  13. Volcano - Damien Rice
  14. Ocean Of Noise - Arcade Fire
  15. Harrowdown Hill - Thom Yorke
  16. Wish You Were Here - Pink Floyd

martedì 11 novembre 2008

Puntata nr. 106 del 04/11/2008

Ecco la scaletta o meglio i pezzi passati visto che sono in ordine sparso, della centoseiesima puntata:
  • Traces - Built To Spill
  • Underneath The Stars - The Cure
  • Fake Plastic Trees (Acoustic) - Radiohead
  • Faithfull - Pearl Jam
  • Everlong - Faith No More
  • What's On Your Mind - Madrugada
  • Fresh Feeling - Eels
  • Early Morning Rain - Paul Weller
  • La Colombe - Judy Collins
  • Me And Bobby McGee - Janis Joplin
  • Come Back Baby - Aretha Franklin
  • Prospettiva Nevsky - Alice
  • Psycho Killer - Talking Heads
  • The Kids Are Alright - The Who
  • Ring Of Fire - Johnny Cash
  • Autogrill - F. Guccini
  • Respect Yourself - Aaron Neville
  • What's going On - Marvin Gaye
  • Cara Valentina - Max Gazzè
  • Idle Hands - Gutter Twins

martedì 28 ottobre 2008

Stasera nada

Niente divagazioni Notturne stasera. Il conduttore è a vedere i dEUS e i Ministri al Viper a Firenze se qualcuno volesse protestare.
Ci si risente martedì prossimo.
Ciao!

mercoledì 22 ottobre 2008

Puntata nr. 105 del 14/10/2008 (Extended Version)

Ecco la playlist della centocinquesima puntata andata in onda in extended version. Due ore di notturne divagazioni in cui ho avuto un attacco di follia. Leggendo la scaletta capirete quando:
  1. Reckoner - Radiohead
  2. Keep The Car Running - Arcade Fire
  3. Nite And Fog - Mercury Rev
  4. Kids - MGMT
  5. Gamma Rey - Beck
  6. Stay Human - Michael Franti
  7. Fari Spenti - Ministri
  8. Amor Mio - Mina
  9. Dentro Marilyn - Afterhours
  10. Morte di un Poeta - Modena City Ramblers
  11. Vacant Moan - O'Death
  12. Wonderful World - Otis Redding Version
  13. Never Can Say Goodbye - P. Magoni e F. Spinetti
  14. Tutti Gay - Bobo Rondelli
  15. In The Navy - Village People
  16. Dancing Queen - Abba
  17. Roll Over Beethoven - Electric Light Orchestra
  18. Hot Hotter Hottest - Zita Swoon
  19. Senza Vento (Live) - Timoria
  20. She Bangs Teh Drum - The Stone Roses
  21. You'll Never Walk Alone - Gerry & The Pacemaker
  22. Yellow Submarine - The Beatles
  23. Non ho lavoro - Pino Marino
  24. Animale di Zona - Piero Pelù
  25. Down - Pearl Jam
  26. Don't Let It Bring It Down - Neil Young
  27. Moonland - Nick Cave & The Bad Seeds
  28. The Nightfly - Donald Fagen
  29. Ave Maria - F. De Andrè
  30. Mistero - Enrico Ruggeri
  31. Flowers In December - Mazzy Star

martedì 14 ottobre 2008

Extended Version


Appuntamento speciale questa sera per le amanti delle Divagazioni Notturne. Ci si sente un'ora prima. Invece che iniziare a mezzanotte si parte all'undici perchè quelli prima di me non ci sono.
Divagazioni Notturne: Follow The Emotions!

mercoledì 8 ottobre 2008

Puntata nr. 104 del 07/10/2008

Per la centoquattresima puntata dell Divagazioni Notturne, il sottoscritto si è avvalso della preziosa collaborazione di Nicola degli F.db e queste sono state le canzoni passate:
  • Speed Trials - Elliot Smith
  • Three Little Birds - Bob Marley
  • Summer Teenage Girls - Canadians
  • If I Shoul Fall From Grace... - The Pogues
  • Squalor Victoria - The National
  • Yokono - Joycut
  • Eternal Life @ Sin-è - Jeff Buckley
  • Phantasmagoria In Two - Tim Buckley
  • Anyone Can Play Guitar - Radiohead
  • Se perdo te - Patty Pravo
  • State Of Love And Trust - Pearl Jam
  • 102 Anni - F.db
  • Goddes On A Hiway - Mercury Rev
  • Burn One Down - Ben Harper
  • Ain't Got No, I Got Life - Nina Simone
  • La guerra di Piero - Fabrizio De Andrè con la P.F.M.
  • Sittin On The Dock Of The Bay - Otis Redding
  • A Sweet Little Bullet From A Pretty Blue Gun - Tom Waits

Puntata nr. 103 del 30/09/2008

La punatata numero centotre è andata in onda in collaborazione con "Genius" il nuovo bottone di Itunes che permette di creare playlist congrue in base ad una canzone da voi scelta attingendo tutto dalla vostra libreria. Una puntata in quattro quartine in cui la prima la sceglievo io le altre tre lui.
Questi i risultati:

Io ho scelto:
  • Rebellion (Lies) - Arcade Fire
  • Love Will Tear Us Apart - Joy Division
  • Hang Me Up To Dry - Cold War Kids
  • Time To Pretend - MGMT
  • Paranoid Android - Radiohead
  • Zero - Smashing Pumpkins
  • Map Of The Problematique
  • Chemtrails - Beck
  • Pane e Latte - Stefano Rosso (questa l'ha scelta Mybluevalentine)
  • Canzone dell'osterie fuori porta - Francesco Guccini
  • Nuda e senza seno - Alberto Fortis (su questa scelta è scattato l'applauso a Genius)
  • La città vecchia - Fabrizio De Andrè
  • Vio Spilum Endalaust - Sigur Ròs
  • Eternal Woman - dEUS
  • Gravity - The Notwist
  • Soul On Fire - Spiritualized

giovedì 25 settembre 2008

Dove comprerete il vostro prossimo Ipod?

Un recentissimo studio del noto economista A. Holmes evidenzia la disparità di prezzi della ditta di Jobs all around the world. Prendendo, casualmente, l'Italia come punto di riferimento nella tabella sotto vengono evidenziati tali disparità.
Diamole un'occhiata (prezzi già convertiti in euro aggiornati alla data di oggi):
  1. Hong Kong €166 -27.51%
  2. USA €169 -26.2%
  3. Taiwan €186 -18.78%
  4. Giappone €191 -16.59%
  5. Australia €193 -15.72%
  6. Regno Unito €226 -1.31%
  7. Italia €229
  8. Germania €239 +4.37%
  9. Sud Africa €241 +5.24%
  10. Francia €249 +8.73
La domanda che il Notevole economista si è posto è la seguente:
Perchè?
Se è accettabile che nei paesi orientali costi meno perchè lo fanno lì difficile è capire perchè in Usa costi ben 60 euro meno che in Italia e totalmente inspiegabile è che nei paesi euro in alcuni posti costi più che in Italia. Ok, in Italia siamo in crisi quindi è giusto che ci trattino con un occhio di riguardo. I tedeschi vengono a sposarsi in Italia (ndr) e quindi è giusto che lo paghino di più. I Francesi ci prendono a testate e qualche euro in più lo possono versare. Gli spagnoli lo pagano uguale (ho controllato)
Ma la domanda che più mette alle strette il Noto Economista è la seguente:
Per quale motivo, in un mercato globale, Io non posso comprare un Ipod direttamente dal sito della Apple di Hong Kong?
A voi la risposta.

(i prezzi sono riferiti all'ipod classic 120gb)

martedì 23 settembre 2008

Puntata nr. 102 del 23/09/2008

Una puntata senza un criterio logico.

  1. Teen Age Riot - Sonic Youth
  2. PDA - Interpol
  3. Dreams - TV On The Radio
  4. Stuck Between Stations - The Hold Steady
  5. Down By The Water - PJ Harvey
  6. Too Drunk To Fuck - Dead Kennedys
  7. Just Like Heaven - Dinosaur Jr. Version
  8. Romeo and Juliet - Indigo Girls
  9. Una Carezza in un pugno - A. Celentano
  10. Senza Fine - Ornella Vanoni
  11. Diamonds & Roots - Joan Baez
  12. Anche per te - Lucio Battisti
  13. Anima Fragile - Vasco Rossi

giovedì 18 settembre 2008

Richard William Wright

C'era una canzone e ci sarà per sempre. E' da quasi un anno che la passo con regolare frequenza. La amo perchè l'avevo riposta nel cassetto dei ricordi e poi l'ho ritirata fuori, spolverata e risentita. Ho iniziato a distaccarmi da tutto, concentrato solo sulla musica e sui sogni che riusciva a trasmettermi, mi staccava dal mondo reale. L'ho usata per ricordare un grande nella mia ultima puntata delle "Divagazioni".
Poi ho dato un'occhiata al blog del mio Maestro, Amico, Collega Benedetto Ferrara e ho scoperto che anche lui ha lo stesso rapporto con quella canzone ed essendo lui più bravo e anche più abituato a scrivere di me ho decisso di ripubblicare il suo post di ricordo a Richard Wright. Ovviamente con il consenso dell'autore a cui vanno i miei infiniti ringraziamenti. Questo che segue è il suo post:

L'Estate del '68 (Goodbye Richard)

Arbitro sciocco (aggettivo vintage) , Fiorentina ingenua ma comunque grande. Un po’ di rabbia c’è, ma io mi prendo questo punto e, soprattutto, mi tengo stretto una squadra che in Champions può starci eccome.

E poi.

Ho camminato per le strade di Lione e ho scoperto (beh, non la conoscevo) una città deliziosa, serena, piena di studenti, di vita, di cose da fare. Giornata bellissima, tra l’altro. Quindi, a un certo punto ho tiato fuori l’i-pod e mi sono ricordato di ricordare. Cioè di dire grazie. Pare forse un po’ esagerato, ma la gratitudine è l’arma più preziosa che abbiamo per migliorarci sempre. E vale anche per cose che forse sembrano non proprio fondamentali. Insomma, io Richard Wright non l’ho mai conosciuto. Ma, per l’arte è così, spesso anche senza un contatto fisico nasce il come se. Come se fosse un amico, un maestro. O uno che comunque ti ha dato qualcosa. Quindi ho ricercato una traccia. E poi ho chiuso gli occhi dentro un pomeriggio di mezza estate. Non è quella del 68, citata dalla canzone, ma quella di 40 anni dopo. Ogni artista ha la sua storia. Ci sono quelle piene di fascino e di mistero (come quella di Syd Barret) e quelle che restano dietro le quinte. Di certo il tastierista dei Pink Floyd, così come Nick Mason, è vissuto all’ombra dei nervi che ballavano in mezzo a Gilmour e Waters. Certo che in un primo pomeriggio francese ho trovato la dolcezza di un sogno psichedelico e la gratitudine per una band che ha inventato qualcosa davvero e che ha insegnato tanto a tanti. A me, per esempio, hanno dato una mano a imparare a chiudere gli occhi e immaginare. Tutto semplice. E bellissimo.

Grazie Richard.

Benedetto Ferrara da Rock&Gol

Benedetto scrive di calcio su La Repubblica, fa documentari a giro per il mondo, ama la musica e conduce una trasmissione che riprenderà ad ottobre il lunedì sera su Controradio alla quale va il mio ringraziamento per avermi cresciuto a pane e musica non omologata.

Puntata nr. 101 del 16/09/2008

Ricordandovi che la colonna di destra di questo blog è la vetrina del mio Tumblr che potrete trovare qui in tutta la sua integrità diamo ora scrittura delle scelte per la centunesima puntata:
  1. Odio Chi - Stefano Rosso
  2. Old Red Wine - The Who
  3. Per Combattere l'acne - Le Luci della centrale elettrica
  4. Summer '68 - Pink Floyd
  5. Piece Of My Heart - Janis Joplin
  6. Just Like Heaven - The Cure
  7. The Fallen - Franz Ferdinand
  8. Fata Morgana - Litfiba
  9. Strange Times - The Black Keys
  10. Basket Case - Green Day
  11. Interstellar Love Song - Stone Temple Pilots
  12. Epic - Faith No More
  13. Resta Vile Maschio, dove vai? - Rino Gaetano
  14. Somebody To Love - Jefferson Airplane
  15. Guitar Hero - Amanda Palmer
  16. Four Winds - Bright Eyes
  17. Hurricane (Live) - Bob Dylan
C'erano da ricordare due persone. Uno bravo, divertente, incazzato e molto divaganotte. L'altro semplicemente fondamentale per la musica. L'ultima volta (delle tante) che ho passato in questa stagione Summer '68 ho detto che questa è una delle canzoni più belle che ho riscoperto in questi ultimi tempi. Ti lascia libero di volare.

Puntata nr. 100 del 09/09/2008

Ovvia, ce l'ho fatta! Sono riuscito a raggiungere il traguardo delle 100 puntate. Con un mese e mezzo di ritardo rispetto ai miei piani ma tra ferie (non mie ma della radio) e concerti interessanti che cadevano tutti di martedì) era impossibile. E poi è bello riaprire la stagione festeggiando...
Comunque, tra novità ed amarcord della mia prima puntata, le scelte per la centesima puntata sono state le seguenti:
  1. Friday Night at the Drive-in Bingo - Jens Lekman
  2. The Kids are alright - The Boxmasters'version
  3. Open - The Cure
  4. Dancing Queen - Solal Version
  5. Expectations - Belle & Sebastian
  6. I'm Sticking With You - The Velvet Underground
  7. Oh My God - Michael Franti
  8. Se ti tagliassero a pezzetti - Fabrizio De Andrè
  9. Out On A Weekend - Neil Young
  10. Touch Me I'm Sick - Mudhoney
  11. Lilac Wine - Jeff Buckley
  12. The Great Gig In The Sky - Pink Floyd
  13. Paranoid Android - Radiohead
  14. Canzone della bambina portoghese - F. Guccini

Puntata nr. 099 del 22/07/2008

La novantanovesima puntata è stata una CULT NIGHT con speciale su SESSO DROGA E ROCK&ROLL. L'hanno già fatta in duemila una trasmissione così. E chi se ne frega! E ho scelto di passare le seguenti canzoni. Spiegandovele anche (pregasi notare che su "spiegandovele" i lupi di mare potrebbero farci dei giochi di parole interessanti. Es. Spiegando (le) vele, Spiega'n'dove l'è)
  1. Dirt - Alice In Chains
  2. Sexuality - Billy Brag
  3. Sunshine Superman - Donovan
  4. Cocaine - E. Clapton
  5. Halleluja - J. Buckley Version
  6. White Rabbit - Jefferson Airplane
  7. Purple Haze - J. Hendrix
  8. Whola lotta love - Led Zeppelin
  9. Dont Bogart that Joint - Little Feat
  10. The Needle and The Damage Has Done - Neil Young
  11. Lithium - Nirvana
  12. Dancing with myself - Nouvelle Vague Version
  13. Cigarette & Coffee - Oasis
  14. Sign of the time - Prince
  15. Lucy in the sky with diamond - The Beatles
  16. Light My Fire - The Doors
  17. Brown Sugar - Rolling Stones
  18. Jockey Full Of Bourbon - Tom Waits
  19. The Drug don't work - Verve

martedì 22 luglio 2008

-1 e son cento!

Questa sera a mezzanotte va in onda la 99sima puntata delle Divagazioni Notturne!! Speciale Sesso Droga e Rock & Roll

E non perdetevi giovedì sera al Crayfish di Prato la super festa con i dj di Radio Gas!!!


martedì 8 luglio 2008

Puntata nr. 098 del 08/07/2008

Novantottesime scelte:
  • Oh my love - Sophia
  • Six Feet Under - Rio Mezzanino
  • The Hour Of The Wolf - Madrugada
  • My Pillow Is The Treshold - Silver Jews
  • Ho picchiato la testa - Ottavo Padiglione
  • Has Been - William Shatner (Cpt. Kirck)
  • Viva la vida - Coldplay
  • Out On The Weeckend - Neil Young
  • Nodata - Esterina
  • Hazey Jane II - Nick Drake
  • Get me away from here, I'm dying - Belle & Sebastian
  • Put A Little Aside - The Zutons
  • Sotto Vuoto Spinto - Porto Flamingo
  • House Of Cards - Radiohead

Super Concerto

martedì 1 luglio 2008

Puntata nr. 097 del 01/07/2008

Novantasettesima scaletta:
  • The Ride - Joan As Policewoman
  • Come Home - Grindhouse (Mondo Cane)
  • Senza Resa - Esterina
  • Nothingman - Pearl Jam
  • Slow Show - Death Cub For Cubie
  • Long Division - Death Cub For Cutie
  • Infra-red - Placebo
  • Difficile l'amore - Maler
  • Everyone Deserve The Music - Michael Franti & Sperhead
  • Pensieri di un pattinatore notturno... - Martinicca Boison
  • Step Into My Office, Baby! - Belle & Sebastian
  • Meglio se non lo sai - Ministri
  • Hard To Beat - Hard-Fi
  • (Do You Wanna) Come Walk With Me - I. Campbell & M. Lanegan
  • Make Me Bed/In Between Days - Korn feat. R. Smith

lunedì 23 giugno 2008

Puntata nr. 096 del 24/06/2008

Clicca sulla foto per ingradire e manda una mail a divagazioninotturne@gmail.com per vincere il concorso!

martedì 17 giugno 2008

Puntata nr. 095 del 17/06/2008

  1. Chemistry - Unkle
  2. La Piazza - Ministri
  3. Common People - William Shatner version
  4. Oh My Love - Sophia
  5. Mr. Man - Joycut
  6. Cowgirl In The Sand - Neil Young
  7. Time - Pink Floyd
  8. Nude - Radiohead
  9. Down - Pearl Jam
  10. Just like a woman- Beres Hammond
  11. Freak - The Zutons
  12. Clowns and jugglers - Syd Barrett
  13. Jay Jay Johanson Again - The Jay Jay Johanson
  14. Simpathy Crime - The Black Heart Procession
  15. Wonderful World - Jesse Malin
  16. Luka - Suzanne Vega
  17. Alone en la vida - L'arc en ciel
  18. What is not but could be if - Silver Jews
  19. Alphabet - The Notwist

mercoledì 11 giugno 2008

Puntata nr. 94 del 10/06/2008

Per la novantaquattresima puntata ho cambiato sigla usando la canzone passata per ultimo da Francesco di "Di Passaggio" quindi la includo nella tracklist:
  1. Trouble with my minds - Eels
  2. Boy with a coin - Iron & Wine
  3. Coin Operated Boy - The Dresden Dolls
  4. Abituarsi alla fine - Ministri
  5. Christobel - Joan as a policewoman
  6. The Heinrich Manouver - Interpol
  7. Squallor Victoria - The National
  8. City Sickness - Tindersticks
  9. Down In a Hole - Alice in chains
  10. Way down in the hole - Tom Waits
  11. 22 dreams - Paul Weller
  12. Root - Shearwater
  13. Black Mirror - Arcade Fire
  14. RVM - Pearl Jam
  15. Mi persi - Daniele Silvestri
  16. La canzone che scrivo per te - Marlene Kunz
  17. Lulù e Marlene - Litfiba
  18. Just Like Heaven - Dinosaur Jr. Version
  19. Homelife - Shearwater
  20. Street Spirit (Fade Out) - Radiohead

martedì 10 giugno 2008

Puntata nr. 093 del 03/06/2008

Frequentatori e Frequentatrici di questo blog è con sommo piacere che vi diamo informazione di quanto passato nella novantatreesima puntata:
  1. Highway of Light - Madrugada
  2. Trapdoor - Motorpsycho
  3. Freack Scene - Dinosaur Jr.
  4. New York Trip - Cure
  5. Notte Newyorkese - V. Capossela
  6. La Piazza - Ministri
  7. Pretty in Pink - Dresden Dolls
  8. Fly Little Bird - Paul Weller
  9. Ehy, Little Bird - I am Kloot
  10. Three little Birds - Bob Marley
  11. Resta vile maschio - R. Gaetano
  12. Tutta la vita - Lucio Dalla
  13. The Only One - Cure
  14. Diritto al tetto - Ministri
  15. Baba o'Riley - Pearl Jam version
  16. Diamond On Your Mind - Solomon Burke

NOVITA'

Se cercate le PLAYLIST delle puntate siete nel sito giusto. Giuro che in questi giorni le aggiorno. Per le DIVAGAZIONI vi informo che ho aperto una succursale. Negozio intimo (con una vetrina qui nella colonna di destra) e piccolino lo trovate qui

Puntata nr. 092 del 27/05/2008

E vai anche con la novantaduesima puntata:

Circle the Fingers - Gutter Twins
Loock Away Lucifer - Madrugada
Not Alone - Dinosaur Jr.
The Vague Angel of Vagary - Vague Angels
Tutti gli uomini del presidente - Afterhours
The Sheep Song - The Dresden Dolls
Senza Resa - Esterina
My Mistake are Made for You - The Last Shadows Puppets
Psycho Man - Black Sabbath
Il Camino di Santiago - Ministri
Civilians - Joe Henry
Rain Dogs - Tom Waits
The Ghost of a Smile - The Pogues
Fast Cars - Solomon Burke

Puntata nr. 091 del 20/05/2008

E con questa fanno novantuno:

Married with Children - Oasis
End Of Century - Blur
Bittersweet Simphony - Verve
The Runaways - I Am Kloot
What's On Your Mind - Madrugada
Atlantis To Interzone - Klaxons
Kids - MGMT
Red Socks - Foals
Cathrine The Waitress - Teitur
Night Reconossaince - The Dresden Dolls
Ho troppa fame - Porto Flamingo
Wiskey & Water - Tindersticks
Burn One Down/My own two hands - Ben Harper (Bridge Version)
Cordury - Pearl Jam (Acoustic Bridge Version)

Puntata nr. 090 del 13/05/2008

Novantesima scaletta proposta dal Divagatore Notturno

Only the Truth - The Last Shadows Puppets
Annie, Let's Not Wait - Guillemots
Moonland - Nick Cave
Each To Each - Gutter Twins
A second opinion - Murder By Death
Sleeping Housband - The National
This is the life - Amy Macdonald
I Can't Explain - The Who
Asilo Republic - Vasco Rossi
Musa di nessuno - Afterhours
Smoker Reflect - dEUS
Head Rolls Off - Frightened Rabbit
Heretic Pride - The Mountain Goat
Storia di Caino - C. Basile
Stars Dies - Steven Wilson
Love Will Tear Us Apart - Joy Division
Prospettiva Nevsky - F. Battiato

venerdì 6 giugno 2008

Puntata nr. 089 del 06/05/2008

Playlist ottantanovesima puntata:

Mistify - Inxs
Yesterday Tomorrows - Tindersticks
Fast Train - Solomon Burke
Weekend Wars- MGMT
The Modern Leper - Frightened Rabbit
Pochi instanti nella lavatrice- Afterhours
Epic - Faith No More
Amsterdam - Snooze
Have a Cigar - Pink Floyd
Don't make Waves- Gossip
Bomb The World - Michael Franti
Keep It Simple - Keb'Mo
Boobar - Tindersticks
All I Need - Radiohead

mercoledì 21 maggio 2008

Amarcord


Succede tutti gli anni. E anche quest'anno è successo. Il 21 maggio mi sveglio e penso: oggi è il compleanno di qualcuno. Ci penso un po', mi viene in mente una persona e poi penso che mancano ancora due giorni al suo compleanno. Mi viene in mente un muro. Una scritta. Una scritta una volta blù, poi azzura, ora celeste. Quattro righe. 21-5-1989/TUTTI/A/SPEZIA. Eccola la data da festeggiare. E' lì, impressa nella mia mente e in quei giorni di fine anni ottanta anche su tantissimi muri della mia città. Ora ne sono rimaste poche, pochissime, una però, vicino alla sede di radiogas. Sono quelle scritte che il comune non dovrebbe permettere di cancellare. Un po' come la scritta W ALLENDE sul muro di una fabbrica in via pistoiese che c'è da almeno quando io abbia qualche capacità di ricordare (una trentina d'anni circa). Patrimonio storico comunale. Come le ciminiere alte e strette delle fabbriche tessili.
Fra Prato e Spezia non è mai corso buon sangue. E quell'anno le squadre stavano entrambe lottando per la promozione in serie B. Purtroppo in quegli anni in serie C va di moda il biancorosso e, all'accoppiata Monza-Ancona dell'anno prima si aggiungerà quest'anno quella Triestina-Reggiana anche se quest'ultima con una tonalità più virata verso il granata. Ora vado a memoria e logica: il calcio era ancora in fase di pre-modernizzazione e quindi niente playoff o out, il campionato iniziava a metà settembre e finiva a metà giugno. Le giornate erano 34, le due squadre che avevano fatto più punti salivano in b e le tre che ne avevano fatti meno retrocedevano. Diciamo che era un criterio logico. Una volta in possesso di questi dati si può dedurre che mancassero 3 giornate alla fine del campionato. All'andata era finita uno a zero per il Prato con gol, manco a dirlo, di Marco Rossi. Se qualcuno ha ancora una copia del Guerin Sportivo di quella settimana può guardare la foto e far caso che nello sfondo le tribune sono piene e se sapete che maglia indossavo quel giorno potrete anche riconoscermi. E queste, a 15 anni, son soddisfazioni. Ritorniamo al ventun maggio. Trasferta sold-out. Si parte solo con biglietto alla mano. 1500 a disposizione e 1500 venduti. A quei tempi c'erano ancora i treni speciali. E se non siete mai montati su un treno speciale non sapete cosa vi siete persi. E non aspettatevi che ve la spieghi io ora in queste righe l'atmosfera perchè proprio non è possibile. Potete provare a immaginarvi una curva che canta ininterrottamente, che si muove, che ha forza di un locomotore in più e cose varie ma non riuscirete ad arrivarci comunque. Scendi dal treno ti metti in marcia in città nemica. Canti più forte. Respiri forte. Ti emozioni. Vivi. Il “Picco” è una bolgia. Diecimila persone, tutte con la maglietta bianca e il fischio in bocca. Se qualcuno soffre di emicranie, prego si accomodi lontano da qui. Il Prato che si scalda sotto i suoi tifosi, il Cecca che viene a caricare la curva, sono scene che, Paolo Bartolini, la spalla tecnica di Mauro Presenti, voci storiche delle radiocronache pratesi, definirà “da libro cuore”(Si sappia anche che io di quella partita ho la registrazione della radiocronaca). La partita è tesa il Prato sfiora il gol, lo Spezia a un certo punto lo fa. E' Oscar Tacchi a segnare. Altra curiosità: Oscar è il primogenito, figlio d'arte (ma anche un po' di troia) di un ex attaccante che quando giocava nel Napoli in serie B, segnò al Prato (Eh sì, a quei tempi, nell'era pre-toccafondiana, i più fortunati hanno visto anche la serie B) e fratello maggiore di uno che quando giocava nel Vicenza in serie C segnò contro il Prato. A tutta la famiglia Tacchi, convinto che non fossero neanche a conoscenza di questo curioso record, il mio cordiale vaffanculo. Sfogo chiuso.
La partita finisce uno a zero per loro. Ma questo non è importante. Anzi, tecnicamente lo sarebbe, ma se siete per il Prato sapete che a queste cose ci siamo abituati e quindi si cerca il bello dove gli altri troverebbero solo disperazione. Si torna a casa sconfitti sul campo ma con l'amore rafforzato dall'aver vissuto una nuova difficoltà. Il rientro in stazione, a forza di cariche della polizia, fa registrare un nuovo record nel tragitto stadio-stazione. Un viaggio in cui io stavo dietro al mio idolo della curva Ferrovia, un ragazzo che, nonostante il caldo, indossava quel giubbotto di pelle che in quei giorni era conosciuto con il nome di “chiodo” con scritto dietro “SPEZIA TI ODIO”. Tre righe bianche su sfondo nero pelle sbiadita.
Una data rimassa impresse nella mia mente, nel mio cuore e nei brividi sottopelle che sento tutte le volte che vedo quella scritta.
E per favore, non ditemi che è solo una partita di pallone.

lunedì 5 maggio 2008

Battutona!


Di fronte alla porta di questo frate:
Toc Toc
"chi è?"
"cominciamo bene..."

Bello o Brutto ma Cattivo

BENVENUTI AD UNA DIVAGAZIONE POMERIDIANA.
Trattasi di cose a caso relavite ad associazioni di parole (in inglese)
Le parole prese in esame sono le seguenti: God, Good, Snack, Snake.
Dove Dio passa per il buono, snack, purtroppo, di solito è cattivo e lo Snake spesso è brutto anche se a me alla fine piace.

God Good! a snack of snake! (Buon dio! si mangia il serpente!)
God Snake! a good snack! ( Dio serpe, un sandwich bòno!)
Good Snake, snack of God (buoni serpenti, snack da dio)
Good God, snake are snacking! (buondio, la serpe fa merenda!)

mercoledì 30 aprile 2008

Puntata nr. 088 del 29/04/2008


La foto è per avvertire gli spioni di scalette che frequentano questo blog. Diamo ora scrittura dell'ottantottesima scaletta scelta per le divagazioni:

No, anzi, la metto domani. Eccola:
Red Sky - Acoustic Ladyland
A Sky with no stars - Canadians
Starlight - Muse
Light Years - Pearl Jam
20 Years Of Snow - Regina Spektor
Angel in the snow - Elliot Smith
Angel Fire - Dolores O'Riordan
Fire Eye'd Boy - Broken Social Scene
Boys Don't Cry - Grant Lee Philips
Cry Baby - Janis Joplin
Baby Fiducia - Afterhours
Digging The Grave - Faith No More
Gravedigger - Dave Matthews
Devil In the wishing Well - Five For Fighting
Well That Was Easy - Franz Ferdinand
Easy Eats or Dirty Doctor Galapagos

Come mai non ho trovato il comando per fare l'elenco puntato oggi? E soprattutto perchè quando faccio la scaletta da casa il comando Elenco non c'è mai. Se qualcuno mi risponde gli dedico una canzone. Ok, gli offro anche una birra.

mercoledì 23 aprile 2008

Settimana della memoria - Post Finale





Per una "corretta" lettura si consiglia di attivare il player sopra

"La prima casa che trovammo era alla Vaccareccia: fumava ancora. Dentro c'erano i corpi di un centinaio di persone, in maggioranza donne e bambini. Le SS, quattro colonne da cento uomini ciascuna di quella stessa XVI divisione che ha agito poi a Marzabotto, li avevano chiusi lì dentro, poi avevano dato fuoco alla paglia e avevano gettato dentro delle bombe. Vedemmo un ammasso irriconoscibile. Più avanti c'era un'altra casa, con la porta spalancata. Entrai e ho ancora difficoltà a raccontare... C'era una donna, seduta di spalle, di fronte a un tavolo. Per un attimo pensai che fosse viva. Ma appena avanzai, vidi che aveva il ventre squarciato da un colpo di baionetta. Era una donna incinta e sul tavolo giaceva il frutto del suo grembo. Avevano tirato un colpo d'arma da fuoco anche in testa a quel povero bimbo non ancora nato"
Dal libro "Il paese della vergogna" di Daniele Biacchessi, una testimonianza dell'ex Rabbino e partigiano Elio Toaff raccolta dal Museo di Sant'Anna di Stazzema.

Mi dispiace avervi sciupato la giornata ma nel caso qualcuno non sapesse che è successo anche questo, "meditate che questo è stato"
BUON 25 APRILE. SEMPRE.

Settimana della memoria - Post 7


"E ho sentito nettamente i cani bisbigliare
Possibile che mentre dominiamo tutto, ricostruiamo tutto e distruggiamo tutto. Perdiamo la memoria e non ne sentiamo la mancanza e intanto i pesci continuano a nuotare.
Quanti libri nell’acqua per non affogare"
Paolo Benvegnù

Puntata nr. 087 del 22/04/2008

Menù dell'ottantasettesima puntata:
  • The Ballad of Butter Beans - Man Man
  • The Fletcher Home Memorial - Pink Floyd
  • Memory Lane - Elliot Smith
  • Winter's Memory Of Summer - Delays
  • Bisanzio - F. Guccini
  • Down In Mexico - The Coaster
  • Tutti i miei sbagli - Subsonica
  • Selective Memory - Eels
  • The Stations - Gutter Twins
  • Stairway To Heaven - Led Zeppelin
  • Killers Cars - Radiohead
  • Dimmi il nome - Litfiba
  • Fuego! Murder by Death
  • Borghesia - Claudio Lolli
  • Bella ciao - Modena City Ramblers
E poi vi abbiamo rifilato anche:
  • I'm gonna Dj - R.E.M.
  • Sheena is a punkrocker - Ramones
  • E mi sembra anche un'altra ma non me lo ricordo.

martedì 22 aprile 2008

Settimana dedicata alla memoria post 6

"La persistenza della Memoria" - Salvador Dalì - 1931

Settimana della memoria - Post 5


Qualcuno vuole forse sostenere che la memoria non riguarda il calcio?
Correva l'anno 1982 quando il sottoscritto mise piede per la prima volta durante una partita allo stadio "Lungobisenzio". Il Prato vinse la partita contro il Civitavecchia 5-0. Segnarono Spigoni, due Vitale e due Venturini. Il Prato vinse quel campionato. Il capacannoniere fu Vitale con 23 reti. Di cui una, memorabile, in rovesciata (quella perfetta nel mio modo di intendere il gol in rovesciata) contro il Foligno che arrivò secondo in quel campionato. Questo è uno dei miei ricordi preferiti. Dal quel giorno, diciannove settembre millenovecentottantadue, io non mi sono più ripreso.
Sempre a memoria (fidatevi) vado ad elencarvi la formazione qui rappresentata:
In alto da sinistra:
Ferrari, Colombo, Vitale, Venturini, Bertolucci, Lorieri
Accosciati:
Pillon, Spigoni, De Rossi, Berlini, Tognarelli.

La formazione tipo (quella dove l'1 fa il portiere, il 2 il terzino destro, il 3 quello sinistri, il 4 il mediano, il 5 lo stopper, il 6 il libero, il 7 l'ala destra, l'8 la mezz'ala destra, il 9 il centravanti, il 10 il regista e l'11 l'ala sinistra o anche seconda punta) era questa:
  1. Lorieri
  2. Colombo
  3. Tognarelli
  4. Berlini
  5. Bertolucci
  6. De Rossi
  7. Pillon
  8. Spigoni
  9. Vitale
  10. Ferrari
  11. Venturini
All. Sig. Carpanesi
Qualche curiosità:
Lorieri ha fatto una discreta carriera, Colombo viene a mangiare spesso dove lavoro io, De Rossi è il babbo di quello che gioca nella Roma, Vitale è per me il Centravanti e Venturini è stato il primo giocatore del Prato che ho conosciuto. Ero emozionato. Da notare che cinque undicesimi dei giocatori avevano i baffi. Era un calcio di altri tempi.

lunedì 21 aprile 2008

Settimana dedicata alla memoria - post 4


Dio ci ha donato la memoria, così possiamo avere le rose anche a dicembre.

James Matthew Barrie

sabato 19 aprile 2008

Settimana della memoria - Post 3

E per riallacciarsi al post precendente (che poi graficamente è quello successivo) in cui si invitava ad avere più memoria per non ricorrere negli sbagli della storia, andiamo a leggere e vi pregherei veramente di farlo, quanto scriveva Gaetano Salvemini alla fine degli anni venti.

Inefficenza parlamentare, corruzione, volgarità e altro sono oggi motivo di discredito. Perciò molti invocano un dittatore. Ma così facendo essi pensano solo di scardinare le istituzioni parlamentari.(...) Non si rendono conto che i diritti individuali, le libertà politiche e le istituzioni rappressentative sono indissolubilmente intrecciati.(...)

Io sono pronto a versare tutto il mio sangue per difendere i diritti individuali e le libertà politiche. Ma non mi priverei di una sola goccia di esso per difendere l'attuale sistema della “caccia al voto” da coloro che cercano di trovare qualche metodo diverso di rappresentanza, che permetta al cittadino di far sentire la rpria volontà nei governi locoale e centrale senza gli svantaggi del sistema della “caccia al voto”. Un altro dei punti deboli dell'odierna democrazia è la stampa. Negli ultimi cinquant'anni la stampa quotidiana è diventata una grande impresa capitalistica. Nessun giornale può essere fondato senza un capitale di milioni; e chiunque abbia i milioni è nella condizione di inondare ogni giorno il paese di tonnellate di carta stampata, anche se il suo genio consiste unicamente nello scoprire quale genere di delitti e di gambe fimmininli attira di più la curiosità della parte meno istruita della popolazione. Molti di questi giornali sono proprietà di aziende capitalistiche, o servono a promuovere ambizioni personali che troppo spesso non hanno nulla a che fare con il benessere della comunità. L'editore(...) ogni volta che lo ritenga vantaggioso può indurre in errore i suoi lettori con la semplice soppressione di certe notizieche non ha interesse a veder stampate.(...) La divisione dei poteri su cui si fondava la democrazia, nel giro di mezzo secolo è scomparsa: il quarto potere - la grande stampa quotidiana - ha sopraffatto tutti gli altri poteri - l'esecutivo, il legislativo e il giudiziario.(...)

Chi sta male ha fretta di guarire, ed è perciò pronto a mettere il suo destino nelle mani di chiunque gli prometta che “è cosa fatta”, che vuol dire fare le cose in fretta. Ma un'azione rapida produce spesso errori rapidi.(...)

Tra i delitti punibili per legge non è inclusa la pubblicazione di notizie che, pur non diffamando nessuno in particolare, sono nondimeno false in sé.(...)

Un magnate della stampa può corrompere la mente di milioni di uomini e di donne senza he nessuno lo chiami a rendere conto di ciò che ha fatto.


SULLA DEMOCRAZIA - GAETANO SALVEMINI

Si ringrazia per l'ispirazione quella bellissima rivista che è Il Mucchio Selvaggio

venerdì 18 aprile 2008

Post-Elettorale


Questo Post è dedicato BoB che nel titolo troverà qualcosa di interessante su cui giocare.

Secondo questo articolo apparso sul Corriere della Sera, l'88% degli italiani si dichiara Cattolico. Il 37% di questi è praticante.
In Italia siamo circa 60 milioni. Quasi 53 milioni di cattolici. 20 milioni di praticanti.

Parallelismo:
In Italia ha votato l'81% degli aventi diritto al voto.
Se sommiamo i voti presi dalla coalizione vincente alla Camera (17 milioni ca.) a quelli presi da altre formazioni vicine al cattolicesimo (UDC 2 milioni, il movimento della Santanchè che appena uscita dal Bilionaire andrà sicuramente a redimersi dei suoi peccati 885 mila, Forza Nuova che per via dell'Opus Dei viene naturale associare 108 mila e la lista di peso di Big Giulio Ferrara 108 mila) si ottiene un numero che farà riflettere.

Lo stesso numero di persone che credono alla storia di una che ha "generato e non creato" (che poi secondo me sarebbe più corretto "creato ma non generato" vista la storia. Ma bisogna ammettere che ne perderebbe la metrica del testo) uno che faceva miracoli, crede anche che il nostro nuovo salvatore potrà essere Berlusconi. C'è da sentirsi riavere....

Statische reali, interpretazione e commento del tutto personali. Ma un pò riflettiamoci.

La foto l'ho tratta da questo sito

E poi, siccome questa è la settimana dedicata da me alla Memoria, beccatevi questo ulteriore Post-Post:

SETTIMANA DELLA MEMORIA POST 2



Subito dopo la vittoria Berlusconi ha dichiarato:
"Sarò costretto a prendere decisioni impopolari"
Non so a voi ma a me questa frase fa un pò paura.


In questo Post però si parla di memoria e allora vi lascio con un testo di una canzone dei Modena City Ramblers. Se vi fa fatica leggerlo tutto potete leggere le parti in grassetto.
RAMBLERS BLUES:
C'è bisogno di aguzzare la vista
Per capire quali sono gli amici
Bisognerebbe restare svegli
Per scoprire tutti i nemici
Ci vorrebbe un paio di scarpe nuove
Per partire, per scappare lontano
E poi seguire una traccia sbagliata
Perdersi meglio e non tornare più indietro
Non c'è bisogno di una foto ingiallita
Per vedere quanto siamo cambiati
Non c'è bisogno...no!
Bisognerebbe fermarsi in tempo
Non aver fretta ma rallentare
Bisognerebbe solo ascoltare
o ancora meglio, cambiare canale
C'è bisogno di stare attenti
Nell'osservare la nostra storia
Guardarsi indietro e poi capire
Che c'è bisogno di più memoria
Si, c'è bisogno!
Ci vorrebbe una muta di corde nuove
Per suonare sempre scordati
C'è bisogno di nuove canzoni
Con parole per sognare più forte
Bisognerebbe fare sogni grandiosi
Oltre la noia e le nevrosi
Avere cura, avere pazienza
Di tutta quanta l'intelligenza...
Si, c'è bisogno!
C'è bisogno!
Si, c'è bisogno!


Saluti e baci, paga le tasse (risparmia l'ici andando in culo al tuo comune ma non allo stato) e taci (Amarcord infantile)

Post Scriptum (altro BoBbologismo)
Domani verrà pubblicato un post un pò più lungo e anomalo del solito. Vale doppio perchè la domenica questo blog è chiuso. Trattasi di un'estratto da un libro di ottant'anni fà. Ma di una sconvolgente attualità. A domani.

giovedì 17 aprile 2008

Settimana dedicata alla memoria - post 1


"Non è solo il passato che ricordiamo, ma anche il futuro. Il cinquanta per cento della memoria è dedicato non a quanto è già accaduto, ma a quel che dovrà accadere. Appuntamenti, anniversari, incontri, tutti gli impegni ricorrenti e i piani, tutte le speranze e i sogni e le ambizioni che costituiscono ogni vita umana... Ricordiamo quel che abbiamo fatto e anche quel che faremo. Solo la lama affilata del presente è "solida" a ogni livello. Il passato e il futuro sono cose della mente, e una mente può essere cambiata."
Eric Sanderson

Tratto da "Le memorie dello squalo" - Steven Hall.

A volte, alle cose più logiche uno proprio non ci pensa.

supermegaipercoop of the artist i like


la cosa ganza è che potete passare da un'artista all'altro semplicemente premendo il tasto "manda avanti" o "torna indietro"
fabchannel, gran sito, dateci un'occhiata

mercoledì 16 aprile 2008

Puntata nr. 86 di martedì 15/04/2008

Ottantaseiesima playlist:
  1. Mi sono fatto da solo - Famiglia Rossi (vedi fondo post)
  2. Death Or Glory - The Clash
  3. Along The Way - Devotchka
  4. Dreams & Streams - The Black Keys
  5. El Presidente - Modena City Ramblers (rivedi fondo post)
  6. Year Zero (A damage report) - Motorpsycho
  7. Trouble With Dreams - Eels
  8. Screen - Brad
  9. Nude - Radiohead
  10. Funky Fever - The Solution
  11. Ghost of a friend - Supergrass
  12. Fragile Forest - Yuppie Flu
  13. Dio è morto - F. Guccini

Silvio c’è… ma a me me lo puppa!

lunedì 14 aprile 2008

Nooooooooooo!!!!!

Il commento fotografico sopra l'ho rubato a DonZauker
(Tranquilli da ora in poi non sarà più reato)
questa no

martedì 8 aprile 2008

Puntata nr. 085 di Martedì 08 Aprile 2008

L'ultima fermata del bus a raccattare solo gente di Seattle è stata una tragedia. Non a livello musicale s'intende. E' successo un pò di tutto: Litigi tra gruppi, litigi interni, smembramenti, gente che è andata a suonare da un gruppo in un altro, uno che ha suonato un pò con tutti (un bravo ragazzo), gente dispersa, qualche morto e qualcuno è sopravvisssuto (avevato notato che nella parola precedente c'è una esse di troppo?). L'autista per farli star buoni ha deciso di scenderli. Ha messo in moto il DivagaBus e via da solo verso New York. Chi monterà? Solo gente che ha dedicato una canzone alla grande mela. Vediamo se un pò di buonismo ci fa passare un'oretta tranquilla. Divagazioni Notturne a mezzanotte su www.radiogas.it

Ed ecco comparire, magicamente, l'ottantacinquesima scaletta,
  • New York I Love But You 're Bringing Me Down - LCD Soundsystem
  • A Rainy Night In Soho - Shane McGowan
  • Notte Newyorkese - Vinicio Capossela
  • Avenue B - Gogol Bordello
  • Positively 4th Street - Bryan Ferry
  • New York, New York - Ryan Adams
  • Spanish Harlem - Solomon Burke
  • Downtown Trains - Tom Waits
  • Walk On The Wild Side - Lou Reed
  • Chelsea Hotel #2 - Leonard Cohen
  • Last Exit Brooklyn - Dire Straits
  • Serenata di New York - Caravanne De Ville
  • Brooklyn (Owest The Charmer Under Me) - Steely Dan
  • Fairtale Of New York - The Pogues
  • Downtown - Petula Clark
  • New York State Of Mine - Oleta Adams
  • New York - Cat Power
  • Windows On The World - American Music Club
  • Leaving New York - R.E.M.

venerdì 4 aprile 2008


Per ulteriori informazioni visitate il blog di radiogas:

Per prenotarvi rivolgetevi al CrayFishClub

Per asoltare Live sintonizzatevi su Radiogas

Virtual Striker

Data la formula: x+y+1= <40 Trovare il problema

giovedì 3 aprile 2008

Roba da non perdere!

Lunedì 7 Aprile dalle 21:30 Live @
Ed in diretta streaming su:

Puntata nr. 084 del 01/04/2008

Il DivagaBus si ferma un'oretta nell'area di servizio durante il viaggio tra Seattle e New York. L'autista durante la sosta ha ascoltato:
  • Five On The Five - The Racounters
  • Diamond Hoo Ha Man - Supergrass
  • Fragile Forest - Yuppie Flu
  • Love Reign O'er Me - The Who
  • Song Of The Said Assasasin - Why?
  • Dance With Me - Adam Green (Thanks to Bob)
  • Drowning Head First - Adam Green
  • Hey You - Pink Floyd
  • Steal Away - Murder By Death
  • Yokono - Joycut
  • Another Lonely Day - Ben Harper
  • Suggestionabili - Paolo Benvegnù
  • Leather Wings - This Will Destroy You!
  • A non so dove - Bobo Rondelli
  • Raise me up - Hercules And Love Affair
L'autista, sentitamente, ringrazia per la compagnia durante l'ascolto:
Irefru, Nonnina, Diotifulmini, Martello, Rumer e RobRob.

martedì 25 marzo 2008

Puntata nr. 083 del 25/03/2008

Anteprima della puntata di stasera:

"Il DivagaBus approda stasera a Seattle!"
Dal santo patrono musicale della città del Vento (San J.H.), passando
dal Padrino (N.Y.) ai tutti i discepoli della corrente musicale che spazzò
via il Glam degli anni 80.
Il Bus si ferma un'oretta a Seattle. Possono entrare solo gente in Jeans sdruciti
e camice di flanella a quadrettoni.
Radiogas, a mezzanotte, vi trasmetterà in diretta i provini per vedere chi è
adatto o no a salire sul GrungeBus.

E questa è l'ottantatreesima scaletta:
  • The Wind Cries Mary - Jimi Hendrix
  • Stardog Champion - Mother Love Bone
  • Hunger Strike - Temple of The Dog
  • Black Hole Sun - Soundgarden
  • Overblown - Mudhoney
  • Good News - Brad
  • Nearly Lost You - Screaming Trees
  • I'm Above - Mad Season
  • Down In A Hole - Alice in Chains
  • Alive - Pearl Jam
  • Smells Like Teen Spirit - Nirvana
  • Cherub Rock - Smashing Pumpkins
  • Interstate Love Song - Stone Temple Pilots
  • Peace And Love - Neil Young with Pearl Jam

venerdì 21 marzo 2008

Venerdì "Santo"

Per chi sa l'inglese:


Per chi non lo sa:


Viva il 20 settembre!

martedì 18 marzo 2008

Puntata nr. 082 del 18/03/2008


"Il bus notturno divaga completamente e questa sera fa una sosta di un'ora
in un'area riservata alle novità. Potranno salire solo i nati nel 2008. Selection
at the Door. Tra i prenotati figurano: Corvi Neri e quelli che i corvi li contano mentre
passano sopra la forza navale britannica che affollata di nuovi puritani caduti nel sonno
profondo sognano campagnoli acciecati da raggi rosa che urlano Welcom' Paul. I'm Elio
and they're the... Basta con questa storia! In pratica: Black Crowes, Counting Crows, British
Sea Power, New Puritan, REM (e non solo il singolo...), Los Campesinos, forse i Pinkray ma forse
parecchio, Paolo Benvegnù, Elio e.. altro.
Stanotte. A Mezzanotte. Su Radiogas."

E questa è l'ottandaduesima scaletta:
  1. Supernatural Superserious - R.E.M.
  2. Faustz - Amplive
  3. Cowboys - Counting Crows
  4. Evergreen - Black Crowes
  5. This is how you spell "HAHAHA"..- Los Campesinos!
  6. I'm Gonna DJ - R.E.M.
  7. Moonland - Nick Cave & The Bad Seeds
  8. Accelerate - R.E.M.
  9. We Can't Help You - Stephen Malkmus
  10. I was in love with you - Gutter Twins
  11. E' solo febbre - Afterhours
  12. Elvis - These New Puritans
  13. Trip Out - British Sea Power
  14. You Can't Count On Me - Counting Crows
  15. Angels - Black Mountain
  16. Summer Storm - Girls In Hawaii
  17. Sintesi di un modello matematico - Paolo Benvegnù
I turn on the radio
I listen to the DJ
And it must feel nice
It must feel nice to know

That somebody needs
And everything moves slow
Nick Cave

martedì 11 marzo 2008

Puntata nr. 081 del 11/03/2008


Dopo la pausa dovuta al dj-set al loonees della scorsa settimana (anche se in realtà grazie al dono
dell'ubiquità io ero sia là che in radio con una bella puntata registrata) torna, più in forma che mai,
il Divagatore Notturno. La playlist è già fatta e verrà pubblicata dopo la trasmissione perchè l'ordine è ancora da decidere. Una piccola anticipazione che è anche una chicca: Sentiremo insieme un estratto dal meraviglioso concerto di ieri sera di Jon Gomm, un chitarrista straordinario, se vi capita di leggere questo blog in una delle città limitrofe a dove suona precipatevi subito perchè ne vale la pena! E poi tanto, tanto e ancora di più!
A questo giro è sconsigliato l'ascolto a chi non può fare a meno di radiosubasio o roba del genere.

La foto nel riquadro non è mia l'ho trovata su internet e mi sembra giusto linkarvi la pagina:
Cliccate qui

E questa è la scaletta (con foto introduttiva alla prima canzone):
  1. Hello Goodbye - The Beatles
  2. She Drives Me Crazy/Whola lotta love/Foxey Lady - Jon Gomm Live
  3. La schiena - Paolo Benvegnù
  4. Everybody's Gonna Be Happy - The Kinks
  5. Slipping Housband - The National
  6. You Are Dreaming - Shout Out Louds
  7. Mr. Man - Joycut
  8. A Letter To Elise - The Cure
  9. Cortez The Killer - Neil Young With Dave Matthews Band (15 minuti Benedetti/0)
  10. Reckoner - Radiohead
  11. Industriale rapito - Ottavo Padiglione
  12. Afterglow of your love - Small Faces
  13. Inverno - Fabrizio De Andrè
  14. You'll Never Walk Alone - Gerry & The Pacemaker with The Kop
I Say Hello, You Say Goodbye

lunedì 3 marzo 2008

ROCK ONLY @ LOONEES


MARTEDI' 04 MARZO 2008
GRAN SERATA DI ROCK A FIRENZE
I DJ's DI RADIOGAS APPRODANO AL
LOONEES
VIA PORTA ROSSA 15 - FIRENZE
LA LOCANDINA LA VEDETE QUI NELLA
COLONNA DI DESTRA. PER CHI NON SA DOVE
E' IL LOONEES QUI SOPRA C'E' UNA FOTO (IL LOCALE E' DOVE C'E' LA "A" E
QUI SOTTO C'E' LA MAPPA DI GOOGLE
(A DUE PASSI DA PIAZZA DELLA SIGNORIA)

Visualizzazione ingrandita della mppa

mercoledì 27 febbraio 2008

Puntata nr. 079 del 26/02/2008

Settantanovesime scelte per una puntata:

  • Exo-Politics - Muse
  • Apartament Story - National
  • Road To Nowhere - Talking Heads
  • 100, Pennsylvania Ave. - F. Guccini
  • The Bottle - Paul Weller
  • Reckoner - Radiohead
  • State of love and trust - Pearl Jam
  • Rockin in the free world - Neil Young
  • Cuccuruccucù - Franco Battiato
  • Goddess On a Highway - Mercury Rev
  • Fuck U - Archive
  • Angels - Black Mountain
  • La distanza - Paolo Benvegnù
  • Burn One Down - Ben Harper
  • Stay Human - Michael Franti
  • Khorakhane - Fabrizio De Andrè

giovedì 21 febbraio 2008

AL PASSO CON I TEMPI

Saper stare al passo con i tempi. Questo bisogna saper fare. I due dischi più belli del 2007, In Rainbows dei Radiohead e Neon Bible degli Arcade Fire. Uno, il primo, te lo regalano anche se vuoi. Vai sul sito inserisci quanto vuoi spendere e lo scarichi. Poi, non obbligatoriamente ma per forza se ti piace la musica ti compri il cd. E poi, se non sei normale come me, ti compri anche il vinile. Non voglio fare il conto di quanto ho speso ma son stati spesi bene. Il secondo fa un percorso strano. Te lo scarichi legalmente, semi-(il)legalmente, illegalmente. Poi anche questo ti piace. E allora compri il cd originale giustamente. E poi, se non sei normale come me, ti compri il vinile. E qui arriva il bello. Si trova un fogliolino dentro l'lp (che trall'altro è doppio in tre quarti nel senso che ci sono due dischi ma il lato b del disco due è puro vinile lucido) che potete vedere nella foto sopra, dove si ringraziano gli estimatori del 12'' e per ringraziamento ti danno un codice per scaricarlo gratis. Così, perchè almeno, visto che tutti si usa un ipod o roba del genere, avete anche la comodità del digitale. In un colpo solo Qualità, Quantità, Comodità e Classe. Chapeau.

mercoledì 20 febbraio 2008

Puntata nr. 078 del 19/02/2008

In attesa della pubblicazione della settantottesima puntata delle Divagazioni, vi invito ad ascoltare la puntata. Secondo me è la più bella che ho fatto. Se dovessi scegliere una puntata da "provino" questa sarebbe la mia scelta. Se ne sconsiglia l'ascolto agli interisti sensibili.


E questa è la playlist:
Yellow Submarine - The Beatles
Reckoner - Radiohead
Fearless - Pink Floyd
You'll never walk alone - Gerry & The Peacemaker
Teenage Kicks - Undertones
Jubilee - Blur
Live Forever - Oasis
Powder Of The Word - ...A toys orchestra
High - The Cure
Time Left For Love - Shout Out Louds
Il mare verticale - Paolo Benvegnù
Hazey Jane II - Nick Drake
A Fond Farewell - Elliot Smith
Ad esempio a me piace il sud - Rino Gaetano
Blue Angel - Antony And The Johnson
The Dance of Diminishing Possibilietis - Baby Dee
Holes - Mercury Rev
That Ole Devil - Billie Holyday

lunedì 18 febbraio 2008

John Peel


I familiari e i parenti di John Peel hanno impiegato tre anni per mettersi d’accordo sul genere di pietra tombale da apporre sulla sepoltura del congiunto. Lo “storico” DJ britannico, che nel corso della sua lunga carriera alla BBC aiutò dozzine di gruppi a farsi conoscere, è sepolto presso la chiesa di St. Andrew a Great Finborough. Solamente ora sua moglie Sheila Ravenscroft ha rivelato che la pietra tombale è stata recentemente incisa. “E’ una cosa che non riuscivo ad affrontare”, ha riferito la donna, la quale ha aggiunto che sulla pietra è stato inciso prima il Liver Bird (nella foto in basso rappresentato in un tatuaggio), simbolo della squadra di calcio del Liverpool (animale “mitologico” e una delle possibili etimologie del nome “liverpool”), poi l’attacco della canzone preferita di John, “Teenage kicks” degli Undertones.
Nel novembre 2004 si svolse, presso la cattedrale St Edmundsbury di Bury St Edmunds, Suffolk, l'estremo addio al DJ che era stato assunto dalla BBC nel 1967. A volerlo salutare c'erano oltre mille persone.
Il mondo della musica era rappresentato, tra gli altri, da Robert Plant, Feargal Sharkey, Billy Bragg, Jarvis Cocker e dai White Stripes. Peel venne poi sepolto con una cerimonia privata in presenza dei soli congiunti: la moglie Sheila ed i figli William (28 anni), Alexandra (26), Thomas (24) e Florence (22).

Fonte: rockol

giovedì 14 febbraio 2008

Valentino è rimasto solo...

thanks to Cabal
Cliccate su entrambe le foto per trovare il rimedio se siete soli. Buona Serata!!!

Thanks to super-radioblog

Puntata nr. 077 del 12/02/1974+34

La playlist della settantasettesima puntata. Giorno del personale natale.

  • La playlista a questo giro non c'è. Una volta ogni tanto vu mi dovete ascoltare
  • Perchè a volte mi fa fatica scrivere la scaletta
  • E ieri era impossibile farlo in diretta
  • E ora mi fa fatica riascoltare tutta la trasmissione
  • E quindi se non avete sentito la trasmissione non saprete mai cosa ho passato
  • Scusate, mi è presa così
Visto che poi ieri era il mio compleanno e ho fatto festa in radio voglio ringraziare chi mi è venuto a fare gli auguri di persona in studio durante la trasmissione omaggiandomi anche di un regalo sottoforma di canzone. Il mio grazie va a:
  • Irene di Mediamente Irenica: preziosa assistente voce persuadente presenza vivace creatrice di jingle. La voce che vorrei avere. Se fossi donna.
  • A. di Bob: La nonnina mi regala Dalla. Devo aggiungere altro? Sì, che senza di lei alla fine lo studio sarebbe stato un pò più disordinato. Che donnina di casa...
  • Dj Maxo: Oltre alla canzone una compilation. Grazie di cuore
  • Mr. Glam: il regalo più inaspettato.
  • A. di Bob bis: L'altra metà di Bob. Tra le due birre ne preferiva una. ma non mi ricordo qual'è. Ho il 50% di probabilità di azzeccarci un altr'anno.
  • F. "Martello" : Grazie per le tre o quattro Roll rois costruite e poi regalatemi.
  • Morellik: L'esperto in torte di mele dichiara che il dolce è buono.
  • Mirko Ciardi: Lui lo divora. Come attratto da uno strano profumo adolescienziale.
  • Daniele Nuti: assente giustificato dell'ultimo minuto. Grazie comunque degli auguri!
  • E anche a quelli che erano sul forum. Siete bellissimi.
  • E anche a quelli che hanno solo ascoltato. Ma c'era qualcuno? Grazie!
  • Ascoltate Bob
  • Ascoltate Beyond the horizon
  • Ascoltate Rock Station
  • Ascoltate Me
  • Ascoltate Musica per organi caldi
  • Ascoltate Work In Regress
  • Ascoltate Ottantallora
  • Ascoltate Non solo metal show
  • Ascoltate Trainspotting
  • Ascotate The snoozer
  • Ascoltate Mediamente Irenica
  • Ascoltate Sirio 6070 e Hal 9000
  • Ascoltate Radio Gas. Accident'a voi!

martedì 12 febbraio 2008

HAPPY BIRTHDAY TO MYSELF!!!!

"RIDI, RIDI, INTANTO TI HO SUPERATO E POI IO FESTEGGIO IL MIO COMPLEANNO IN DIRETTA MONDIALE!!!!"
QUESTA SERA LE DIVAGAZIONI NOTTURNE FESTEGGIANO IL COMPLEANNO DEL LORO CONDUTTORE.
OSPITI DI CLASSE MA NON SI RIVELANO!
SINTONIZZATEVI!!!

venerdì 8 febbraio 2008

Best 2008 - Gennaio

Ogni mese tre dischi fondamentali. Per non perdere la bussola tra le tonnellate di musica che vengono smaltite durante l'anno.

DISCO DEL MESE:
BLACK MOUNTAIN - IN THE FUTURE
Tra stoner e psichedelia, cavalcate prog e pop non proprio pop. Dal Canada con innovazione e rispetto per i grandi gruppi che hanno fatto la storia. Un gran bel disco per iniziare l'anno










IL DISCO PIU' "GANZO"
BABY DEE - SAFE INSIDE THE DAY
Già non si sa se chi canta sia un lui o una lei se poi si mette a fare una musica così fuori dal tempo merita sicuramente una citazione.
Un Antony (quello con i The Johnson) esageratamente più movimentato e cabarettisco/a con richiami a musiche che appartengono a qualche secolo fà. Divertente e non solo. La voce è bellissima e spero possa arrivare al più presto a giro per l'Italia.





L'ITALIANO
JOVANOTTI - SAFARI
Ah, se Jovanotti sapesse cantare.... Il disco è buono, i testi sono belli. Il romanticismo non manca, a volte stucca. E poi secondo me lui ha un'interpretazione tutta sua della retorica che se ci pensate bene questa frase non ha un gran senso ma è così e quindi bisogna dargliene atto.
La canzone più bella forse è proprio Safari (ma c'era proprio bisogno di mettere il cantante dei Negramaro a fare il coro finale?). Collaborazioni illustri: Ben Harper, idolo un pò di tutti e Michael Franti idolo, culto e Dio, forse solo mio.


LA RISERVA
AMERICAN MUSIC CLUB - THE GOLDEN AGE Ecco, se vi sono avanzati una quindicina/ventina di euro e vi piace il pop superiore, quello che non va nelle radio commerciali ma che è piacevolissimo e anche semplice da ascoltare questo è un disco che fa per voi. Da ascoltare in macchina quando siete in fila e c'è il sole.
Un Donald Fagen più moderno. Scusate se è poco.





EVITATE TRANQUILLAMETE
CAT POWER - JUKEBOX
Se siete stati rapiti dalla bellezza del suo "The Greatest", come il sottoscritto, sappiate che per evitare sprechi inutili di soldi e demitizzazione della gatta energica potete tranquillamente evitare di comprare questo disco. E' noioso, sono quasi tutte cover monotimbriche e non c'è niente che ti faccia dire "oh, questo si che è un bel pezzo!". Da ascoltare quando siete in macchina in buona compagnia e state chiaccherando piacevolmente. A basso volume. Oh, meglio dello struscio delle ruote sarà!

mercoledì 6 febbraio 2008

San Valentino

Puntata nr. 076 del 05/02/2008

Settantaseiesima puntata:
  • The Bottle - Paul Weller
  • It's Oh so Quiet - Bjork
  • Black Betty - Ram Jam
  • Fear Of The Dark - Iron Maiden
  • Yellow - Coldplay
  • Bad Day - R.E.M.
  • Invisible - ...A Toys Orchestra
  • Pigs On The Wings (part Two) - Pink Floyd
  • One Sleep - Pink Floyd
  • Too Drunk Too Fuck - Nouvelle Vague
  • Country Girl - Primal Scream
  • Voglio una pelle splendida - Afterhours
  • Gentelman - The Afghan Wings
  • House by the Sea - Iron & Wine
  • Ballata dell'amore cieco - Fabrizio De Andrè
  • Bartali - Paolo Conte
  • In The Neighborhood - Tom Waits
  • The Killing Moon - Grant Lee Phillips
  • First Avenue - Hollowblue
  • Down in a Hole - Alice in Chains
Buonanotte bellini!

lunedì 4 febbraio 2008

Recensione Apocalypto Mel Gibson


Antefatto sconosciuto al pubblico: La Nike voleva fare una pubblicità d'autore per lanciare un nuovo tipo di scarpa da calcio. In un primo tempo aveva optato per Quentin Tarantino ma lui ha rifiutato. Allora, pensando ad un altro violento, hanno scelto Mel Gibson. A livello di regia due estremi di violenza.

La Trama:
Ronaldinho si trova in un campo esageratamente grande. Si trova a combattere per la sua squadra in netta difficoltà e oltretutto in inferiorità numerica. Dopo due ore di dribbling violentemente al limite della follia, si trova in area completamente libero, tira e fa gol. E primo piano sulle nuove nike pelle di giaguaro. Con Tarantino non sarebbe sicuramente andata così.






Giudizio: Troppa violenza. Ma troppa davvero. Io a trovare Mel Gibson dopo la passione, questo e la puntata di south park, non ci vado più. E poi tutti questi messaggi subliminari non li sopporto più!

mercoledì 30 gennaio 2008

Puntata nr. 075 del 29/01/2008

Ecco cosa vi siete persi (o forse avete sentito) per il settantacinquesimo appuntamento con le Divagazioni:

Andrea e Mybluevalentine hanno passato in ordine semi-sparso:

Down is the new up - Radiohead
Who you are - American Music Club
Big Titty Bee Girl (From Dino Town) - Baby Dee
Il calore di un abbraccio - Bobo Rondelli
Paranoid - Black Sabbath
Il Gorilla - Fabrizio De Andrè
Hail Hail - Pearl Jam
Society - Eddie Vedder
Aretha, Sing One For Me - Cat Power
Step right up - Tom Waits
Double dare - Bauhaus
The man who sold the world - David Bowie
Teenage Riot - Sonic Youth
Man Out Of Time - Elvis Costello
We Are Just Friends - Wilco
Valentine - Justice

Usando, a volte anche impropriamente, come "tappeti" per le nostre divagazioni:

Red Sky - Acoustic Ladyland (la nostra sigla)
Nothing Else Matter - la versione da ninnananna
Present Of Future End - Most Serene Republic
(You make me feel like)A natural Woman - Aretha Franklin
Fistful Of Love - Antony & The Johnson

La felicità non è niente se non è condivisa. Buonanotte.

martedì 29 gennaio 2008

Il calore di un abbraccio

“Nella pietà che non cede al rancore, madre, ho imparato l'amore”
F. De Andrè, “Il testamento di Tito”


Ci sono gesti che cambiano la vita. Ci sono gesti che rovinano una vita. Ci sono gesti che danno senso ad una vita.
Gesti difficili da spiegare e ancor più da raccontare. Gesti che ti cambiano dentro. Per tutta la vita.
La cronaca: Due ragazzi di tredici anni, di cui uno festeggiava il compleanno proprio quel giorno, una domenica mattina di fine gennaio, in un bosco delle campagne fiorentine, si recano a caccia accompagnati dai loro genitori. Ad un tratto uno dei due si ritrova in mano un fucile e spara all'altro. Si accascia. Muore.
Un colpo, a volte, uccide due persone. Uno fisicamente, l'altro moralmente.
Cosa succede ad un ragazzo di tredici anni che uccide un suo amico? Non sono un psicologo ma mi capita spesso, e penso anche un pò a tutti, di immedesimarmi nella persona che soffre e soffrire. E soffrire ancor di più perchè so che non potrò mai soffrire quanto lo stia facendo lui. Pensare la vita con un morto che ti accompagna qualsiasi cosa tu faccia. Dall'uscire di casa e pensare che sarai additato come un assassino, dagli amici che sanno tutto e anche se non dicono niente sai benissimo a cosa stanno pensando, dai genitori degli amici che ti guardano con quel misto di compassione mostrata e rabbia provata che solo gli ottusi riuscirebbero a vedere solo l'aspetto positivo, le ragazzine che non vorrano volerti bene perchè anche se ora sei cambiato quello lo hai fatto e lo potresti rifare. E poi chi glielo racconta alle amichette che ti sei innamorata di un assassino?
E poi la fine della scuola, la ricerca di un lavoro. Difficile da trovare. Ti ci vuole un capo comprensivo, che sia disposto a dare un lavoro a te e a tutto ciò che ti porti dietro.Ecco cosa si prova “nel vedere gli occhi di un uomo che muore”. Si prova tutta la sofferenza, in pochi secondi, di tutta una vita che sei costretto a vivere. Vorresti che fosse successo il contrario. Che tu fossi il morto. Ma non cambierebbe niente. Si invertirebbero i fattori e il risultato resterebbe invariato. Uno che muore e uno che proverà a vivere.
E' in questi momenti che serve un miracolo. Non uno di quelli legato ad una statistica poco probabile ma non impossibile che spesso viene legata, per semplificazione, alla mano di Dio.
Un miracolo compiuto da te, uomo o donna, capace di pensare, ragionare, agire, in momenti estremi che solo una vita bastarda potrebbe mettere in scena.
Una corsa, istintiva, rabbiosa, verso chi a ucciso tuo fratello. Una corsa veloce, più veloce possibile quasi a cercare di voler porre fine alla sofferenza prima possibile. Potevano essere dieci metri, potevano essere dieci chilometri, non avrebbe fatto nessuna differenza. Avevi inquadrato l'obiettivo da salvare. E volevi che succedesse prima possibile. Una corsa per andare ad abbracciare chi ti ha tolto un punto di riferimento. Un perdono che non avrebbe mai osato neanche di chiederti, figurarsi di averlo. Il gesto d'amore più bello che si ricordi negli ultimi anni. Si parla di giovani lobotomizzati davanti a tv, playstation e cellulari che tanto più si evolvono e tanto più rovinano. Incapaci di comprendere i valori della vita, capaci di dare valore solo al materiale. Tutta forma e niente sostanza. Ed è giusto che se ne parli ma poi bisognerebbe anche farne tante di cose per aiutarli a comprendere il senso della vita.
Una volta passata la stagione delle favole della buonanotte, bisognerebbe raccontargli le storie belle di vita che succedono veramente. Bisognerebbe raccontargli di quella ragazza che un giorno seppe perdonare pubblicamente chi di solito non si perdona. Raccontare di che espressione abbia fatto l'assassino quando se l'è vista venire in contro e di tutte le lacrime che ha versato quando è stato abbracciato. Parlare di quel gesto che ti rende la vita un pò più semplice. Una fotografia da guardare tutte le volte che torneranno a galla i ricordi più brutti. Un abbraccio, un sorriso. La pietà che non cede al rancore. L'amore.